Vai al contenuto
Home » News » Come funziona lo shopping organico su Google Shopping

Come funziona lo shopping organico su Google Shopping

Se hai un negozio online o un punto vendita fisico, è quasi certo che Google Shopping ti suoni familiare.

Ma, entriamo nel vivo: cos’è Google Shopping e come funziona? Ne vale davvero la pena? E se sì, come si sfrutta al meglio?

Da consulente SEO devo dire che è sicuramente uno dei punti fondamentali per la buona gestione di un e-commerce. In questo articolo, ci addentreremo nei meandri di Google Shopping, scoprendo come funziona e svelandoti tutto quello che c’è da sapere per fare il grande salto sulla piattaforma di ricerca commerciale più utilizzata al mondo.

Che cos’è Google Shopping?

Immagina un enorme centro commerciale virtuale messo a disposizione da Google, dove puoi cercare, confrontare e acquistare prodotti da un’infinità di negozi online, tutto comodamente dal tuo divano.

Quando cerchi un prodotto su Google, potresti notare che alcuni risultati in cima alla pagina sono contrassegnati come annunci. Spesso, fanno parte di Google Shopping e si presentano in una specie di carosello visivo.

Se preferisci, puoi anche andare direttamente sul sito di Google Shopping o cliccare sulla scheda ‘Shopping’ quando fai una ricerca su Google. È come avere un assistente personale per lo shopping che ordina milioni di prodotti e recensioni in modo che tu possa facilmente trovare ciò che cerchi al prezzo migliore.

E se sei il tipo che ama filtrare le opzioni fino a trovare l’offerta perfetta, Google Shopping ha un sacco di filtri, come il range di prezzo, la localizzazione o il brand, per aiutarti a restringere il campo.

E sai una cosa interessante? Se vedi l’icona del carrello accanto a un prodotto su Google Shopping, significa che puoi comprarlo lì sul momento, senza dover saltare da un sito all’altro. E per darti ancora più serenità, c’è la garanzia di Google che copre il tuo acquisto.

Come funziona Google Shopping?

I venditori devono prima inviare a Google un cosiddetto feed di prodotto, che non è altro che un elenco dettagliato di tutto quello che hanno in negozio: nomi dei prodotti, descrizioni, foto, prezzi, e così via.

Poi arriva in scena l’algoritmo di Google, che prende tutti questi dati e li frulla insieme, facendo in modo che i prodotti dei venditori spuntino fuori ogni volta che qualcuno cerca qualcosa di simile su Google.

Quando clicchi su uno dei prodotti vieni catapultato direttamente sul sito del venditore, pronto per finalizzare il tuo acquisto. A meno che, ovviamente, l’articolo non possa essere acquistato direttamente tramite Google Shopping.

screenshot di una ricerca fatta su Google Shopping per la birra

Come funziona Google Shopping a pagamento?

Puoi far spiccare i tuoi prodotti su Google Shopping investendo un po’ nei cosiddetti annunci Shopping tramite Google Ads. Funziona più o meno come un’asta: chi offre di più ottiene le migliori posizioni negli annunci, e paghi solo se qualcuno clicca sul tuo annuncio, seguendo il modello PPC.

La differenza principale con gli annunci testuali tradizionali è che gli annunci Google Shopping sono visivi. Mostrano una foto del tuo prodotto, insieme a informazioni utili come il titolo, il prezzo e il nome del tuo negozio. È un modo diretto e efficace per attirare l’attenzione dei potenziali clienti.

I prodotti possono comparire all’interno della scheda Shopping, nella Ricerca Google, su Google Immagini e sui siti web dei partner di ricerca di Google.

Questo articolo è però focalizzato sullo shopping organico di Google quindi, posto che un accenno sugli annunci a pagamento fosse doveroso adesso andiamo avanti per vedere come funziona in versione gratuita.

E, invece, Google Shopping gratis come funziona?

Hai la possibilità di mettere i tuoi prodotti su Google Shopping senza tirare fuori nemmeno un euro, un po’ come quando aggiungi il tuo sito all’indice di ricerca di Google senza spendere nulla.

Ok, le inserzioni gratuite non saranno in prima fila come quelle sponsorizzate, ma si fanno vedere un bel po’ in giro per l’universo Google, dalla scheda Shopping alla Ricerca Google, passando per Google Immagini e arrivando fino a YouTube.

Fino ad aprile 2020, per i commercianti non c’era altra scelta se non quella di pagare per inserire i propri prodotti su Google Shopping.

Da allora, però, Google ha introdotto le inserzioni di prodotti gratuite all’interno della scheda Google Shopping e nella Ricerca Google.

Come funziona la SEO su Google Shopping

Quando si carica un prodotto per venderlo su Google shopping approfittando della SEO, ci sono delle informazioni base (che sono necessarie per qualunque prodotto) e delle informazioni molto più specifiche che rendono il prodotto potenziato.

Esiste una vera e propria Guida sulle specifiche dei dati prodotto su Merchant Center , ma su questo torniamo più avanti nell’articolo.

Per adesso diciamo che si possono creare inserzioni standard oppure inserzioni potenziate.

Per le inserzioni Standard sono richiesti pochi attributi del prodotto, i rivenditori possono inviare i dati dei prodotti attraverso il Merchant Center o tramite il markup di dati strutturati e, i prodotti potranno essere visualizzati su Google Search, Google Lens, Google Images etc..

Per le inserzioni potenziate sono richiesti molti più dati sui prodotti, che devono essere caricati sul Merchant Center. Le inserzioni, benché gratuite, appariranno su molti più canali Google, come la scheda Shopping, Youtube, Google Search, Lens etc.

Più avanti nell’articolo, ci addentreremo nei dettagli su come gestire il feed di dati dei prodotti e gli attributi per caricarli su Google Shopping. Ma prima, facciamo un salto nella parte più tecnica e scopriamo insieme quali sono gli attributi necessari per mettere in vetrina i tuoi prodotti su Google

Come “caricare” i tuoi prodotti su Google Shopping gratuitamente?

Per aggiungere i tuoi prodotti alla ricerca organica di Google Shopping i primi due passaggi sono i seguenti:

  • Crea un File Feed dei prodotti.
  • Configura un account Google Merchant Center e attiva le inserzioni dei prodotti

Ora, andiamo a vedere nel dettaglio come si fa.

Creare il File Feed dei prodotti

Un File Feed dei prodotti contiene tutte le informazioni sui tuoi prodotti, come nome, prezzo, categoria, marca, stock, spedizione, ecc. Puoi caricare questo file su qualsiasi canale in cui vendi i tuoi prodotti, come Google Shopping, Etsy, Walmart, ecc.

Avere a disposizione un file di feed dei prodotti può farti risparmiare un’incredibile quantità di tempo e sforzo ecco i passaggi per farlo velocemente.

Raccogli le Informazioni sui Tuoi Prodotti

Prima di tutto, assicurati di avere tutte le informazioni necessarie sui tuoi prodotti. Questo include il nome del prodotto, il prezzo, la categoria, il marchio, le quantità disponibili, le informazioni di spedizione, e qualsiasi altro dettaglio rilevante.

Scegli il Formato del File

Il formato più comune per un file feed di prodotti è XML o CSV. Decidi quale formato si adatta meglio alle tue esigenze e alle specifiche della piattaforma su cui intendi caricare i tuoi prodotti.

Crea il File

  • Per un file CSV: Puoi usare un programma come Excel o Google Sheets per creare il tuo file. Inserisci ogni tipo di informazione in una colonna separata e ogni prodotto in una riga distinta.
  • Per un file XML: Se hai competenze tecniche, puoi creare un file XML manualmente o utilizzare strumenti online per generarlo automaticamente.

Inserisci le Informazioni dei Prodotti

Compila il file con le informazioni raccolte, seguendo il formato che hai scelto. Assicurati che ogni dettaglio sia corretto e aggiornato.

Quali informazioni inserire nel Feed?

Per le inserzioni potenziate su Google Shopping, è fondamentale includere attributi di prodotto dettagliati per migliorare la visibilità e l’attrattiva delle tue inserzioni. Ecco alcuni degli attributi richiesti e consigliati:

  1. ID del Prodotto (obbligatorio): Un identificatore unico per ogni prodotto nel tuo feed.
  2. Titolo del Prodotto (obbligatorio): Il nome del prodotto, che dovrebbe includere parole chiave rilevanti per migliorare la ricerca.
  3. Descrizione del Prodotto (obbligatoria): Una descrizione dettagliata che evidenzia le caratteristiche e i benefici del prodotto.
  4. Link del Prodotto (obbligatorio): L’URL della pagina del prodotto sul tuo sito web.
  5. Immagine del Prodotto (obbligatoria): Un’immagine chiara e di alta qualità del tuo prodotto.
  6. Prezzo (obbligatorio): Il prezzo corrente del prodotto.
  7. Disponibilità (obbligatoria): Indica se il prodotto è in stock, esaurito o disponibile su ordinazione.
  8. Condizione (obbligatoria): Specifica se il prodotto è nuovo, usato o ricondizionato.
  9. Marca (consigliata): Il nome del marchio o del produttore.
  10. GTIN (consigliato): Numero di identificazione globale del commercio, come il codice a barre.
  11. MPN (consigliato): Numero di parte del produttore, utile se non disponi di un GTIN.
  12. Categoria Google (consigliata): La categoria di prodotto specifica di Google che meglio descrive il tuo articolo.
  13. Tipo di Prodotto (consigliato): La tua categoria interna o classificazione del prodotto.
  14. Attributi di Taglia, Colore e Varianti (consigliati): Informazioni su varianti del prodotto come taglia, colore, materiale, ecc.
  15. Informazioni di spedizione (consigliate): Dettagli su costi di spedizione, tempi e opzioni disponibili.
  16. Recensioni del Prodotto (consigliate): Le recensioni possono aumentare la fiducia e l’interesse nei tuoi prodotti.

Includendo questi attributi nel tuo feed di prodotti per le inserzioni potenziate, puoi non solo soddisfare i requisiti di Google ma anche fornire un’esperienza informativa e coinvolgente per i clienti, aumentando le possibilità di clic e conversioni.

Configura il tuo account Merchant Center

Configurare un account Google Merchant Center è un passo fondamentale per mostrare i tuoi prodotti su Google Shopping.

  1. Crea un Account Google: Se non hai già un account Gmail, dovrai crearne uno. Google Merchant Center utilizza l’account Google per l’accesso.
  2. Accedi a Google Merchant Center: Vai su Google Merchant Center e clicca su “Inizia ora” per accedere con il tuo account Google.
  3. Inserisci le Informazioni del Tuo Negozio: Per dimostrare che sei il proprietario del sito web che intendi utilizzare, Google richiede una verifica. Puoi farlo tramite Google Analytics, caricando un file HTML sul tuo sito, o attraverso altri metodi forniti da Google. Una volta verificato, devi “rivendicare” il tuo sito in Merchant Center.
  4. Configura le Preferenze di Spedizione e Pagamento: Imposta le tue preferenze di spedizione e pagamento nel Merchant Center. Questi dettagli sono cruciali perché influenzano la decisione d’acquisto dei clienti.
  5. Carica il Tuo Feed di Prodotti: Nel Merchant Center, vai alla sezione “Feed di prodotti” e segui le istruzioni per caricare il tuo feed (creato precedentemente). Potresti dover attendere che Google esamini e approvi i tuoi prodotti.
  6. Attiva le Inserzioni di Prodotti Gratuiti
  7. Nel menu “Crescita” di Merchant Center, trova e attiva l’opzione per le “Inserzioni di Prodotti Gratuiti”. Questo ti permetterà di mostrare i tuoi prodotti nelle inserzioni organiche su Google Shopping.

Come ottimizzare le inserzioni organiche su Google Shopping?

Per ottimizzare le tue inserzioni organiche su Google Shopping e assicurarti che spicchino rispetto alla concorrenza, ecco alcuni passaggi chiave:

Ottimizza il Titolo del Prodotto

Il titolo è cruciale. Deve essere descrittivo e contenere parole chiave rilevanti per il tuo target. Includi dettagli come il tipo di prodotto, marca, colore, dimensione o altre caratteristiche specifiche.

Cura la Descrizione del Prodotto

La descrizione deve essere informativa e coinvolgente, includendo le parole chiave per cui vuoi essere trovato. Spiega i benefici e le caratteristiche uniche del prodotto, ma mantienila chiara e diretta.

Utilizza Immagini di Alta Qualità

Le immagini attraggono l’attenzione e possono influenzare la decisione d’acquisto. Usa foto chiare, ben illuminate e da diverse angolazioni. Assicurati che le immagini rispettino le linee guida di Google per le inserzioni.

Includi le Specifiche e le Caratteristiche del Prodotto

Le specifiche dettagliate aiutano gli acquirenti nelle loro decisioni. Includi informazioni come dimensioni, materiali, disponibilità, opzioni di colore e qualsiasi altro dettaglio rilevante.

Scegli la Categoria di Prodotto Corretta

La corretta categorizzazione aiuta Google a mostrare il tuo prodotto alle persone giuste. Scegli la categoria più specifica possibile per ogni articolo.

Aggiorna Regolarmente il Tuo Feed di Prodotti

Mantieni il tuo feed di prodotti aggiornato con le ultime informazioni su prezzi, disponibilità e nuovi articoli. Cambiamenti frequenti e aggiornamenti mantengono le tue inserzioni rilevanti.

Seguendo questi passaggi, puoi migliorare la visibilità dei tuoi prodotti e attrarre più visitatori al tuo negozio.

Altre domande Frequenti su come funziona Google Shopping organico

Google Merchant Center è gratuito?

Sì, Google Merchant Center è gratuito. Devi solo avere un account Gmail per iscriverti e accedere a tutte le sue funzionalità.

Quali informazioni devo includere nel mio feed di prodotti?

Il feed di prodotti deve includere dettagli essenziali come l’ID del prodotto, il titolo, la descrizione, il prezzo, l’immagine del prodotto, la disponibilità, la condizione e il link al prodotto sul tuo sito web.

Posso ottimizzare le mie inserzioni organiche su Google Shopping?

Sì, ottimizzare le tue inserzioni organiche è fondamentale per migliorare la visibilità e il ranking. Concentrati su SEO ottimizzando titoli e descrizioni dei prodotti con parole chiave rilevanti, utilizzando immagini di alta qualità e mantenendo aggiornate le informazioni sui prodotti.

Le inserzioni organiche su Google Shopping appaiono solo nella scheda Shopping?

No, oltre alla scheda Shopping, le tue inserzioni organiche possono apparire anche nella ricerca Google, Google Immagini e, a seconda delle tue impostazioni, su altri prodotti Google come YouTube.

Come posso monitorare le performance delle mie inserzioni organiche?

Puoi monitorare le performance delle tue inserzioni organiche attraverso Google Merchant Center, dove troverai report dettagliati su impression, clic e altri indicatori di performance.

È possibile vendere prodotti locali attraverso Google Shopping Organico?

Sì, Google Shopping supporta anche le inserzioni per i negozi locali. Puoi elencare i prodotti disponibili nel tuo negozio fisico, fornendo dettagli come orari del negozio, indirizzo e disponibilità del prodotto.

Cosa fa Google per garantire la qualità delle inserzioni organiche?

Google richiede che tutte le informazioni nel feed di prodotti siano accurate e aggiornate. Inoltre, ci sono linee guida specifiche su come devono essere presentate le informazioni per garantire un’esperienza utente positiva.

Posso usare Google Shopping Organico insieme alle campagne a pagamento?

Assolutamente sì. Combinare inserzioni organiche con campagne pubblicitarie a pagamento su Google Shopping può massimizzare la visibilità dei tuoi prodotti e aumentare le possibilità di conversione.

 | Website

Eleonora Boretti è una consulente SEO freelance, specializzata nella creazione di strategie SEO personalizzate. Offre servizi completi che includono audit SEO, ricerca di parole chiave, ottimizzazione on-site, e attività SEO off-site. Ha iniziato la sua attività come Freelance nel 2020 e si impegna non solo nell'applicazione delle strategie SEO, ma anche nel formare i suoi clienti sui principi e le complessità dell'ottimizzazione per i motori di ricerca.